La pavimentazione continua industriale, deve soddisfare le seguenti caratteristiche minime:

  • Resistenza all’abrasione.
  • Resistenza a temperature elevate.
  • Resistenza all’uso di prodotti chimici.
  • Che non si fratturi.
  • Deve avere proprietà ignifughe. Nell’industria della forgiatura e dei materiali incandescenti, è una pavimentazione quasi obbligatoria.

I pavimenti industriali continui di solito combinano tutte queste caratteristiche. Tuttavia, di solito si trovano alcune varianti che sfruttano la loro compatibilità con altre sostanze e sistemi. Ad esempio, la pavimentazione continua a due strati di resistenza viene utilizzata nelle aree di produzione e nei magazzini per la sua aderenza e l’elevata resistenza meccanica .

Essi possono anche essere trovati all’interno del settore, altri, come continuo epossidica autolivellante , utilizzati nei laboratori elettronici e magazzini di materiale infiammabile; anche quella della resina multistrato , caratterizzata dalla sua enorme resistenza meccanica, che ne prevede l’utilizzo in impianti e fabbriche dove c’è il rischio di urti o grandi carichi.

E la pavimentazione industriale continua in cemento lucidato, che rispetta tutte le suddette caratteristiche ed è perfetta anche in sostituzione della pavimentazione epossidica o di qualsiasi altra precedentemente citata.

In definitiva, esistono tantissime tipologie di pavimentazione industriale continua, e l’utilizzo dell’una o dell’altra verrà dalle esigenze e dalle attività di ogni settore industriale.

Richiedi ora un preventivo Gratuito e Senza Impegno:

    Cemento levigato per i locali

    cemento levigato per i locali

    La pavimentazione è uno degli aspetti più importanti per quanto riguarda l’abitabilità degli edifici, sia all’esterno che all’interno. Il cemento levigato è materiale di pavimentazione per l’edilizia di maggior interesse in quanto è…